Macchina Fotografica Analogica

Macchina fotografica Analogica: Prezzo, Modelli e Dettagli

Nonostante la tecnologia digitale abbia preso piede in maniera esponenziale, ancor oggi la macchina fotografica analogica rimane la preferita degli appassionati di fotografia e dei professionisti del settore.

L’analogico permette di catturare un’impressione e di incidere letteralmente la pellicola fotografica in maniera permanente, a differenza del digitale che riflette una moltitudine di pixel che spariscono con il semplice click del tasto “cancella”.

La macchina analogica, inoltre, permette di ottenere effetti molto particolari, come una specifica grana e una sfumatura cromatica che il digitale non garantisce.

I fautori delle macchine fotografiche analogiche preferiscono sviluppare i propri scatti di persona, nella camera oscura, vivendo con l’ansia l’attesa di veder nascere la fotografia progressivamente, sotto i propri occhi. Il digitale, invece, è molto più immediato e pratico, non richiede tempistiche di sviluppo e rende fruibili le fotografie nell’immediato.

Macchina Fotografica Analogica

Analogico VS Digitale, una lotta tra Titani

La divisone tra analogico e digitale genera un dibattito molto acceso tra quelli che McLuhan chiamava media caldi e media freddi. Ossia analogico, hardware e traccia, in contrapposizione con digitale, software e pulviscolo di dati e pixel.

Uscendo dal dibattito filosofico e storico-artistico, concludiamo affermando che molti appassionati di fotografia e tutte le persone che hanno finora utilizzato il digitale, sentono l’esigenza di conoscere di più e di ritornare all’analogico, scoprendo tutti i trucchi e i segreti dell’impressione fotografica.

In questi ultimi anni caratterizzati dall’innovazione galoppante, tornare indietro all’analogico è un trend sempre più in voga.

Proseguendo con la lettura di questo articolo, scoprirete le caratteristiche da valutare prima dell’acquisto di una macchina fotografica analogica e alcuni modelli tra cui scegliere la propria compagna di avventure.

Cosa bisogna sapere in pillole sulla macchina fotografica analogica?

  • La macchina fotografica analogica utilizza la pellicola fotografica e i rullini;
  • In commercio si possono trovare dei modelli di macchine fotografiche analogiche molto economici;
  • Sono le migliori per imparare le tecniche e i trucchi della fotografia a mano libera;
  • Prima di acquistare la propria fotocamera analogica è bene valutare l’uso che se ne farà e le tipologie di scatti preferiti.

I migliori modelli di macchina fotografica digitale

In questa sezione scoprirete alcuni cult della fotografia analogica, da scegliere in base al tipo di fotografia che si preferisce: paesaggi, lunghe esposizioni, primi piani e ritratti, nature morte, notturni o scatti veloci e ravvicinati. Ogni foto ha il proprio obiettivo fotografico analogico specifico.

Lomography Sardina 8Ball: la migliore macchina fotografica analogica per chi fotografa la città

Se il vostro soggetto preferito è il contesto street e urban city, la città e i suoi quartieri, la Lomo Sardina 8Ball è la fotocamera analogica che fa per voi, da 35 mm che si riconosce subito per il suo design elegante e raffinato.

Piccola e compatta, è l’analogica tascabile da portare sempre con voi, versatile e di semplice utilizzo. Ha l’obiettivo a grandangolo e il mirino ottico diretto, con l’apertura fissa f8 e una lunghezza focale di circa 22 mm. Perfetta per catturare scorci cittadini e angoli di quartiere suggestivi.

È un’idea regalo chic ed elegante per chi ha l’hobby della fotografia e sta cercando una fotocamera easy e compatta, facile da usare e da portare sempre con sè, anche in borsetta.


Un grande cult, la Polaroid: la migliore macchina fotografica anaologica istantanea

Macchina Fotografica Analogica

Se volete fare un regalo a un appassionato di vintage e vi piace lo stile rètro, la Polaroid Originals 9008 OneStep 2 Viewfinder è un gioiellino dell’analogico. Ispirata alla Onestep del 1977, è anche molto facile da usare, fattore che la rende la preferita dagli aspiranti fotografi.

La versione new age di un grande mito di tutti i tempi ha flash e autoscatto incorporati, più l’obiettivo focale fisso da 0,6 m-infinito.

La Polaroid Originals si distingue per la lente in policarbonato con una lunghezza focale fino a 106 mm. Questa caratteristica che permette di scattare panorami nitidi e di ampio respiro. In più, può vantare su un’autonomia di oltre 60 giorni


La fotocamera analogica instantanea più versatile: ecco a voi la Fujifilm Instax Square

La Fujifilm Instax SQ6 è la macchina fotografica a tecnologia analogica perfetta per il fotografo di eventi e per te che ami immortalare gli attimi salienti di feste, pranzi, cerimonie, compresi i momenti più spensierati e goliardici di lauree e rinfreschi di matrimonio!

È caratterizzata come prima cosa dal controllo automatico dell’esposizione. Questa impostazione di catturare la luce migliore, limitando il rischio della cosiddetta luce fantasma o luce parassita che rovina gli scatti migliori!

Si distingue per la modalità selfie e per la funzione doppia esposizione, è dotata di più filtri immagine per il flash e utilizza la pellicola instax squared.

Con la Fujifilm analogica istantanea potrete mirare, scattare e stampare. In pochi secondi le fotografie delle feste, delle vacanze, delle gite con gli amici e delle escursioni fuori porta saranno nelle vostr mani.


Un altro grande cult dell’analogico, la mitica Diana, la miglior fotocamera lomografica

Una vera chicca per chi ha l’hobby della fotografia: la fotocamera Diana F+ è considerata tra le migliori macchine fotografiche analogiche economiche per foto quadrate.

È inoltre un grandissimo cult delle Lomo: con questo gioiellino piccolo e compatto potrete ottenere delle fotografie con impresso un originale marchio di fabbrica, colori tenui e i caratteristici angoli oscurati sui bordi delle foto.

La Lomo Diana F+ richiede la pellicola da 120 mm e permette alcune azioni particolari che renderanno le vostre foto uniche e speciali:

  • permette di chiudere l’otturatore in modo manuale o automatico;
  • consente tre aperture del diaframma, tra cui 11f nuvoloso, 16f coperto e soleggiato, 22f pieno sole e soleggiato.

La migliore macchina fotografica analogica usa e getta

Chi di voi non ricorderà la storiche macchine fotografiche analogiche usa e getta che si compravano in occasione di gite scolastiche e viaggi, dal fotografo e dal rivenditore hobbystico di fiducia?

In quegli anni ogni foto era un momento da condividere e veniva centellinata con cura e parsimonia, visto che gli scatti erano contati!

Si aspettava la fine della vacanza e della gita e si portava a far sviluppare: praticamente era una scatola di cartone e una piccola camera oscura con un rullino interno. Quanta trepidazione prima di scambiarsi le foto con i compagni di scuola e gli amici della vacanza!

Rivivete quei momenti storici con la Fujifilm 7130784 Quicksnap Flash, la fotocamera analogica usa e getta. Perfetta da portarsi in gita in corriera e in vacanza.

È leggera, piccola, facile da usare e costa poco, in più è dotata di flash e permette di scattare foto sia di giorno sia di notte.

Con questo piccolo gioiellino usa e getta della tecnologia analogica avrete a disposizione 27 scatti tutti da vivere; una volta terminati, la porterete dal fotografo per lo sviluppo, quindi la butterete.
Non avrete paura di danneggiarla o di perderla!

Quali sono le caratteristiche da valutare prima dell’acquisto di una macchina fotografica analogica?

Chiariamo un’ultima volta qual è la differenza sostanziale tra macchina fotografica analogica e macchina fotografica digitale.

La prima utilizza la pellicola sensibile e il rullino, e consiste di un’impressione, di una traccia fisica il cui risultato si vedrà successivamente, dopo lo sviluppo della foto su carta fotografica nella camera oscura.

La fotografia analogica dà corpo e spessore all’immagine, più una grana particolarmente intensa. Non è possibile modificarla in itinere proprio perché la pellicola fotografica in modo fisico.

La macchina fotografica digitale, invece, utilizza un sensore e le immagini vengono immagazzinate nel database, nella memoria del dispositivo.

Il trattamento delle fotografie digitali in generale si effettua con un pc, attraverso particolari programmi di modifica immagine, come Photoshop. Alcuni modelli di macchine digitali sono dotati di schermo LCD su cui viene inviata un’anteprima dell’immagine, come le mirrorless.

Quando acquisti una fotocamera analogica devi considerare questi elementi:

  • il tipo di obiettivo che può essere ultra grandangolare, a grandangolo, normale, teleobiettivo o super tele. La tipologia di obiettivo modifica il campo visivo;
  • il tipo di macchina fotografica (Reflex analogiche, Polaroid, Lomo, ecc);
  • la pellicola e il rullino;
  • dulcis in fundo, il costo dell’apparecchio.

Un’ultima considerazione va fatta sul rapporto qualità-prezzo. Le macchine analogiche sono più economiche, però i rullini costano molto e può rivelarsi molto costoso anche lo sviluppo. Scegliete una fotocamera analogica tenendo in mente questo fattore.

Sappiate però che è un acquisto davvero consigliato se volete vivere in prima persona la bellezza di fare foto fai da te, anche sbagliando e trovando in quell’errore tutta la particolarità del momento.

Ogni foto analogica e tradizionale è unica e irripetibile, grazie alla rifrazione, all’effetto della luce e alla rarità di un attimo che non tornerà mai più, impresso sulla pellicola per sempre.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *